Skip to main content

 Scrive Richard Bach nel libro “Illusioni”: “Raramente i membri di una famiglia nascono sotto lo stesso tetto”. Non esiste descrizione più calzante per raccontare la perfetta fusione di etnie che caratterizza la Barcelona Gipsy balKan Orchestra, protagonista del penultimo appuntamento del prestigioso cartellone del Festival Internazionale Notomusica, giunto alla 46esima edizione.
La BGKO, che si esibirà domenica 22 agosto alle ore 21.15 nel Cortile del Collegio dei Gesuiti, è davvero un esaltante esempio di integrazione e aggregazione artistica e culturale. Nata a Barcellona come evoluzione della Barcelona Gipsy Klezmer Orchestra, la band è ora composta da sette musicisti di sei paesi diversi: la voce è dell’incantevole Margherita Abita, proveniente dall’Italia e precisamente dalla Sicilia; Stelios Togias, il percussionista viene dalla Grecia; Julien Chanal, il chitarrista, è francese; Ivan Kovacevic, il contrabbassista, arriva dalla Serbia; Dani Carbonell al clarinetto, è spagnolo come il fisarmonicista Fernando Salinas e Oleksandr Sora violinista dall’Ucraina che si alterna al violinista spagnolo Pere Nolasc Turu.
Il gruppo si è fatto apprezzare in tutta Europa, proponendo in oltre 25 Paesi un sapiente mix del patrimonio musicale gitano, klezmer, bosniaco, serbo, albanese, rumeno, russo e ottomano. Brani che parlano d’amore e libertà, canzoni contro la guerra, canti rivoluzionari, un repertorio amplissimo che scavalca le frontiere, geografiche e politiche, per abbracciare l’umano, nella sua ricca e meravigliosa complessità. Più ci s’immerge in questo paesaggio sonoro variopinto e più si scopre quanto questo gruppo sia la rappresentazione in piccola scala di quello che dovrebbe essere l’Europa, “l’antica penisola del tramonto”, per dirla con Vàclav Havel, che invece di farsi unita si sta scomponendo, lacerata da divisioni e filo spinato. Al contrario la loro musica protegge le diversità, s’incarna in esse, le fa fiorire, per restituirle a noi in forma di canto.
Il primo lavoro come Barcelona Gipsy balKan Orchestra è stato infatti “Europa cierra la frontera-Soundtrack”, una raccolta di sette brani (più una bonus track), colonna sonora dell’omonimo documentario realizzato da Carlos Spottorno e Guillermo Abril. E il loro concerto ha chiuso la più grande manifestazione mai organizzata in Europa a favore degli immigrati, che ha visto marciare lungo le strade di Barcellona oltre 500.000 persone.
Il successivo “Od Ebra do Dunava”  è un album che ci apre le porte ad un Oriente escluso ormai dalla nostra geografia mentale e sostituito con l’Est, “freddo monosillabo astronomico”. Impossibile non lasciarsi travolgere dal fascino di un viaggio attraverso un territorio vastissimo traboccante di storie e musica,  dalle sponde del fiume Ebro ai piedi del Danubio. E, lungo il cammino, nutrirsi di quelle storie e quella musica, imparando la più importante delle lezioni: considerare la diversità come un valore da abbracciare, come uno spazio nel quale incontrarsi per (con)vivere.
“Nova Era”, l’ultima perla della BGKO, pubblicata a ottobre 2020, dimostra ancora una volta, che la musica continua a fluire qualsiasi cosa accada.
Il festival internazionale Notomusica si concluderà martedì 24 agosto con  recupero del concerto del Trio Mancuso, annullato per forza maggiore lo scorso 13 agosto, a causa dell’interruzione dell’energia elettrica.
Per entrambi i concerti del 22 e 24 agosto è prevista una promozione riservata ai giovani fino a 30 anni: chi acquista un biglietto ne riceverà un secondo in omaggio da ritirare presso la sede dell’Associazione Concerti Città di Noto. L’offerta è  valida fino ad esaurimento posti.

Info biglietteria: Associazione Concerti Città di Noto – Palazzo Nicolaci, via Cavour n.53, associazioneconcerti@tin.it (tel. +39 0931 966466). Prevendite presso: Info Point Città di Noto – Corso Vittorio Emanuele n.135 e Ortigia Viaggi – Viale Tica n.144, Siracusa; Circuito Box Office Sicilia – Via Leopardi n.95, Catania. Biglietti on-line su: www.notomusicafestival.com, Crea Webtic – www.webtic.it, Circuito Box Office Sicilia www.ctbox.itwww.boxol.it.

Leave a Reply